NORMA UNI EN 16194

 

La nuova norma regolamenta non soltanto i requisiti dei bagni da utilizzare, ma fissa anche i requisiti essenziali del servizio, ad iniziare dal numero di bagni da dislocare in funzione degli utilizzatori.

In concreto, per i servizi nei cantieri prevede l’impiego di 1 bagno mobile ogni 10 utilizzatori

( includendo sia gli addetti al cantiere sia i subappaltatori).

Prevede che la distanza massima da ogni posto di lavoro non sia superiore ai 100 metri, nel caso il cantiere si sviluppi su più di un piano, ci sia un bagno almeno ogni due piani.

Per gli eventi aperti al pubblico la norma definisce il numero minimo di bagni da dislocare in base al numero degli utilizzatori attesi durante l’evento con una specifica tabella.

Ogni bagno deve avere un spazio interno utile di almeno 1 metro quadro ed un’altezza di almeno 2 metri, un’adeguata ventilazione, visibilità interna sufficiente.

La porta si deve chiudere da sola, deve essere dotata di indicatore libero/occupato, deve essere apribile sia dall’interno che dall’esterno ma sbloccabile in caso di emergenza.

L’interno deve essere dotato di contenitore per la carta igienica, gancio appendiabiti, serbatoio per reflui dotato di tavoletta o altra forma di appoggio che consenta la posizione di seduta e può essere di tre tipi: a caduta, a ricircolo, ad acqua pulita.

Sono ammessi alcuni accessori ma non obbligatori accessori tipo specchio, luce, orinatoio, lavamani, dispenser di sapone carta asciugamani.

La norma prevede l’obbligo di dislocare in ogni evento almeno un bagno per disabili, cioè accessibile con sedia a rotelle.

A tal fine la porta deve essere almeno 80 cm e l’interno deve avere larghezza e profondità di almeno 140 cm.

Non è richiesto che la sedia a rotelle faccia il giro completo, ma che l’entrata sia a livello del suolo.

Quando si effettua il servizio di pulizia la norma prevede lo svuotamento completo dei reflui, la pulizia dei singoli componenti, il ripristino dei materiali di consumo concordati, l’immissione del concentrato sanificante e l’acqua.

I bagni danneggiati devono essere riparati sul posto o sostituiti.

Si definiscono anche le prescrizioni per la consegna del bagno che deve essere pronto all’uso, completo di soluzione sanificante e dei materiali di consumo concordati.

 

SUL SITO WWW.SEBACH.IT NELL'AREA PREVENTIVI

E' PRESENTE LA TABELLA PER IL CALCOLA BAGNI IN BASE A QUESTA NUOVA NORMA